Primo piano News Le notizie principali

Berlusconi sferza FI: partito da rifondare Mano tesa di Alfano

Berlusconi sferza FI: partito da rifondare Mano tesa di Alfano

«Dobbiamo rifondare il partito»: questa la parola d’ordine lanciata ieri da Silvio Berlusconi a 25 giovani amministratori locali e quadri di Forza Italia, riuniti per un incontro a porte chiuse a Villa Gernetto, insieme con il consigliere politico Giovanni Toti, la responsabile comunicazione Deborah Bergamini, la leader dei giovani azzurri Annagrazia Calabria e il responsabile

Renzi, un test per l’Italicum «Se vinco, chiudo la partita»

Renzi, un test per l’Italicum «Se vinco, chiudo la partita»

«Se salta una sola delle riforme, salta tutto». A palazzo Chigi l’affermazione di Matteo Renzi è la stella polare che guida ogni incontro e ogni mediazione. Si continua ad andare avanti, a tappe forzate, «perché io qua ci sto sino a quando riuscirò a fare le cose». La triangolazione tra le riforme in calendario, un

Nuovo canone Rai, maggioranza divisa

Nuovo canone Rai, maggioranza divisa

La riforma del canone Rai non è ancora partita ma già divide la maggioranza. A mettersi di traverso è il Nuovo centrodestra poco convinto che la soluzione per assicurare risorse certe al servizio pubblico e recuperare l’evasione sia inserirlo nella bolletta elettrica. Le osservazioni riguardano sia la forma che la sostanza. Sovrapporre una tassa su

Draghi in Parlamento a dicembre «Senza crescita l’euro in pericolo»

Draghi in Parlamento a dicembre «Senza crescita l’euro in pericolo»

C’è una strategia dietro i crescenti allarmi sull’economia europea di Mario Draghi. C’è una strategia e c’è un obiettivo. La strategia, perseguita attraverso interventi pubblici insolitamente sempre più frequenti, è di riuscire a diffondere una percezione della crisi più vicina al vero di quanto i governi Europei dimostrino di aver compreso. L’obiettivo, invece, è di

L’Europa promuove la manovra ma a marzo ci sarà un nuovo esame

L’Europa promuove la manovra ma a marzo ci sarà un nuovo esame

Il governo porta a casa la prima promozione per la manovra. La Commissione europea riconoscerà all’Italia le «circostanze eccezionali» e, dunque, darà la possibilità a Roma di usare gli spazi di flessibilità consentiti dagli accordi europei. La legge di stabilità di Pier Carlo Padoan e Matteo Renzi, insomma, incassa il primo agognato via libera di



Primo piano Sport Le notizie principali

Zanetti, Agnelli? difende storia Juve

Zanetti, Agnelli? difende storia Juve

”Agnelli difende la storia della Juventus, io sono fiero della storia dell’Inter”. Cosi’ ai microfoni si Sky il vicepresidente dell’Inter Javier Zanetti risponde al numero 1 della Juve Andrea Agnelli tornato ad attaccare il club nerazzurro per la disparità di trattamento ai tempi di calciopoli.

Roma a trazione anteriore

Roma a trazione anteriore

La prima volta romana col 4-2-3-1 fu un successo, era il dicembre di un anno fa e il Catania venne travolto con 4 gol. Garcia aveva deciso di abbandonare il 4-3-3 e tornare al modulo adottato con il Lille perché mancavano De Rossi e Strootman. Oggi a Bergamo Daniele sarà in campo al fianco di

Vince Conte. I tecnici aprono al ct

Vince Conte. I tecnici aprono al ct

Tanto tuonò che piovve. Alla fine il commissario tecnico della Nazionale porta a casa l’ennesimo risultato positivo: gli allenatori sono pronti per un meeting collettivo con l’allenatore azzurro. «Era quello che volevo, questo incontro fa parte della mia agenda di lavoro – sottolinea il ct Antonio Conte – è fondamentale per aumentare la nostra competitività.

«Moggi si può perdonare»

«Moggi si può perdonare»

La vigilia che non ti aspetti con le dichiarazioni del presidente Andrea Agnelli che «apre» all’ex dg Luciano Moggi. «Moggi – ha detto il numero uno della Juve – è parte importante della nostra storia. Lo possiamo anche perdonare, siamo un paese di cattolicesimo e perdono». E poi altra stoccata all’Inter legata al «principio della

Lazio-Juve Vietato fare calcoli

Lazio-Juve Vietato fare calcoli

Un’occasione da non fallire. Stasera all’Olimpico la Lazio di Stefano Pioli riceve la Juventus campione d’Italia da 3 anni e in testa alla classifica dopo le prime 11 giornate con 9 vittorie, un pareggio sul campo del Sassuolo e la rocambolesca sconfitta rimediata a Marassi contro il Genoa. Un test difficile per i biancocelesti ma






Amiche Aziende Tutti gli sponsor di RadioRadio


Video Podcast Visualizza i nostri Podcast

Powered by Dailymotion


Array
(
    [sb_usage] => default-sidebar
    [hwa_usage] => default-headerbar
)